Un’inferno di afa e fuoco che devasta le praterie del Texas, in cui l’ unica forma di movimento sembra essere quella delle pompe per l’estrazione del petrolio. Paesaggi immensi in cui si incontrano paesi fantasma ormai spopolati e lunghe strade costellate di cartelli pubblicitari di prestiti. Il cielo è sempre grigio, l’atmosfera è sempre cupa e lugubre. Questo è lo scenario dove si svolge la vita dei fratelli Howard nel film Hell or High Water, diretto da David Mackenzie. L’ambientazione è un importante elemento che accomuna il film agli altri due appartenenti alla trilogia informale dello sceneggiatore Taylor Sheridan, Sicario (2015) e Wind River (il debutto alla regia di Sheridan), in uscita nelle sale italiane la prossima primavera. I luoghi in cui sono ambientati questi film sono sempre luoghi di confine: in Sicario è il confine tra gli Stati Uniti e il Messico, in Wind River  è il confine di una riserva indiana, mentre in Hell or High Water sono ripresi i luoghi classici della frontiera americana, il vecchio West. 

Read More