Sigla d’apertura di 3% (2016)

Ho iniziato a guardare “3%” in preda allo sconforto, durante un viaggio Torino – Bologna su Italo. Come spesso accade, scrollavo la home di Netflix in cerca di qualcosa di interessante da guardare per ammazzare il tempo. Non avrei mai immaginato di scovare tuttavia una vera e propria rarità con una trama tutt’altro che rara: un futuro prossimo molto distopico, un grandissimo dislivello sociale tra la popolazione, prove da superare per dimostrare di poter ambire a comporre il privilegiato 3% degli individui e, ovviamente, un’organizzazione di anarchici volta a sovvertire l’ordine esistente.

Se vi sembra di aver letto la trama di un qualsiasi filmetto o romanzucolo distopico diretto o scritto negli ultimi anni, bene, è esattamente così; Hunger Games, Divergent et similia di certo vi suoneranno familiari. Tuttavia, 3% riesce a gestire brillantemente il rischio di essere accomunata alle distopie sopracitate, per una serie di ragioni che non posso esimermi dall’elencare.

Read More